Orizzonte verticale copertina

Sostenibilità: da trasversale a verticale

“È l’orizzonte verticale”, diceva una canzone. Dopo una diffusione pervasiva ed essere diventata trasversale a tanti ambiti, la prospettiva della sostenibilità è sempre più verticale.

Immagine linee orizzonte

La sostenibilità è diventata ‘pop’ ma dietro c’è un sempre più alto livello di specializzazione. La sua pervasività e trasversalità ha coinvolto tanti settori e più in generale la società che è sempre più stimolata da sollecitazioni.

Da questa trasversalità ne deriva una verticalità che si riflette sia negli ambiti sia nelle competenze professionali specifiche necessarie per portare avanti azioni e strategie.

Ogni ambito ha le sue peculiarità ed esigenze, non basta più conoscere solo i meccanismi generali alla base della sostenibilità, questa si è infatti negli anni specializzata e tecnicizzata. Sono quindi necessarie sempre più competenze tecniche e legate a ogni singolo ambito e settore.

In grande crescita sono appunto le professioni della sostenibilità. Oltre alle più comuni e ormai consolidate professioni riconducibili al Sustainability Manager vi sono figure come l’Ingegnere Energetico, il Green Project Manager, l’Ecodesigner, il Giurista ambientale, il Sustainability Supplier Manager, Sustainability Logistic Coordinator, l’Informatico Ambientale, il Green Marketing Manager, il Diversity & Inclusion Manager, l’ESG Analyst, il Mobility Sustainability Manager e molte altre.

teamworking foto

Non tutti gli ambiti chiaramente sono allo stesso livello, il percorso di sviluppo della CSR ha vissuto negli anni traiettorie diverse e quindi non sempre c’è omogeneità, in più ogni mercato ha le proprie specificità ed esigenze.

Per questo è fondamentale che nelle organizzazioni ci siano sempre più sustaniability specialist, inteso in questo senso non solo come figura di riferimento per la sostenibilità ma come persona competente in materia seppur specializzato nel proprio specifico settore in cui opera. È sempre più importante avere un certo mindset orientato alla sostenibilità, conoscere in modo profondo meccanismi e attori per poter incidere in modo profondo e pervasivo.

La sostenibilità poi si dipana nei vari ambiti, si sviluppa in modo verticale entrando diretta in tanti settori. Non esiste più solo un concetto di sostenibilità declinabile per tutto. La sostenibilità si è specializzata anche in base ai diversi ambiti. I tecnicismi e le peculiarità sono diventati elemento centrale su cui costruire percorsi di sostenibilità solidi e concreti oltre che innovativi. Applicare concetti di responsabilità sociale e ambientale o più in generale l’etica a più ambiti possibili è la sfida del presente e del futuro della sostenibilità. Per poter costruire processi e progetti i cui impatti possano essere misurati e calcolati è necessario declinarli alle specificità del caso e affidarli a professionisti (interni alla propria organizzazione o consulenti esterni). Non basta più rimanere sulla superficie, bisogna agire in profondità, in modo verticale con conoscenza e approfondimento.

La pervasività del concetto di sostenibilità porta a coinvolgere ad esempio tanti attori differenti di una stessa organizzazione che, in modo verticale, devono andare a declinarla nel proprio ambito di competenza.

L’alto grado di professionalità e quindi di complessità può rendere più complicata la comprensione da parte di chi sta all’esterno, ma sicuramente rappresenta un buon “antidoto” al rischio di incorrere in tutte le varie forme di “washing” delle quali abbiamo sempre più esempi. Il fatto stesso che si moltiplichino le declinazioni e definizioni di quelle attività che prima venivano ricondotte all’etichetta “greenwashing” è chiaro esempio di come la complessità e le facce della sostenibilità siano sempre più variegate.

Ci vuole quindi oltre a una visione comune, un coinvolgimento complessivo di più professionalità che – in base al proprio background e conoscenze – possano mettere in campo azioni che diano concretezza al concetto di sostenibilità che, altrimenti, rischierebbe col tempo di svuotarsi e di perdere significato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *